FITArco Trento

Primo Campionato provinciale 3D per il Trentino


Spormaggiore, 23 Maggio 2021

Nella suggestiva location di Castel Belfort nel comune noneso, si è svolto il primo campionato provinciale 3D.
La gara che negli ultimi anni è divenuta sempre più presente all’interno dei calendari interregionali ha visto anche sul territorio Trentino un notevole sviluppo, sia in termine di partecipanti che di società intente nel voler sviluppare anche questo tipo di format.
Già da qualche anno la società Arcieri Tridentini Aquila Nera, nel loro campo di Sopramonte si era adoperata nell’organizzazione di gare 3D.
Ma solo quest’anno, grazie al prezioso contributo della società Arcieri Valli Di Non E Di Sole, si è disputato per la prima volta il campionato provinciale.
In un territorio con la piccola provincia di Trento non certo facile far conciliare tutte le discipline tra i vari praticanti, motivo per il quale le finali assolute si sono potute svolgere solo tra pochi appassionati.
Il Percorso che si è snodato all’interno dell’anello che caratterizza il tracciato campagna stabile gestito dalla società.
Allestito dalla società con tiri tecnici e anche molto stimolanti per gli arcieri, riprendeva quasi per intero l’abituale giro delle gare a calendario nel tiro comapagna.
La cronaca della gara, accompagnata anche da un piccolo nubifragio, non fa segnare grandi prestazioni in termini di punteggio ma comunque ha determinato i campioni provinciali delle varie categorie in gara.
Negli assoluti disputate, il campione provinciale della categoria Compound Maschile è Nicholas Bottamendi degli arcieri Arcieri Valli Di Non E Di Sole che in finale ha battuto Julio Amos Fantone degli Arcieri Altopiano di Pinè, il podio viene completato con il terzo posto di Franco Beccari (Apd Kosmos Rovereto).
Anche nella divisione Arco nudo, sempre nel maschile, si sono svolti gli assoluti che hanno visto vincitore il “veterano” Fabio Vighesso, sempre degli Arcieri Valli Di Non E Di Sole che nella finale fratricida, ha battuto il compagno Paolo Fusari, il terzo gradino del podio lo conquista Enrico Di Valerio dell’ APD Kosmsos Rovereto. Ultima finale disputata è stata quella della categoria Longbow dove Carlo Macconi (APD Kosmos Rovereto) ha superato in finale, 35 a 15 Andrea Adami della Società Arcieri Tridentini Aquila Nera.


Una manifestazione al suo anno “zero”, commenta il presidente di comitato; ma che nel futuro potrà trovare il suo spazio con altre gare simili nel calendario della provincia autonoma di Trento. Un modo ulteriore per godersi questo sport a contatto con la natura.
Un plauso alla società organizzatrice e a tutti gli atleti che si sono cimentati nella gara.

Risultati completi della gara a calendario QUI

La fitarco Trento, in Lutto. Scomparsa Gerda Delladio.

Le condoglianze del Comitato Trento rivolte ad Andreas Lorenz e a tutta la sua famiglia per la scomparsa di Gerda Delladio, figura storica del tiro con l’arco italiano.

Il presidente Daniele Montigiani e tutto il movimento Arcieristico del Trentino, si uniscono alla Federazione Italiana di tiro con l’arco ne porgere le proprie condoglianze ad Andreas e a tutta la famiglia per la perdita della cara Mamma.


Nella foto in copertina, Gerda ritratta insieme ad Andreas durante l’inaugurazione dell’impianto di Rovereto nel maggio del 2010.

Per l’arcieria italiana e internazionale si tratta di una grave perdita: classe 1943, Gerda Lorenz Delladio ha dato un grande contributo alla crescita del nostro movimento arcieristico ricoprendo anche il ruolo di Responsabile Tecnico della Nazionale negli anni ’80, ha guidato il gruppo azzurro ai Giochi Olimpici di Seul 1988. 



Il presidente Daniele Montigiani, in accordo con la Federazione ha deciso di indire un minuto di silenzio prima dell’inizio delle competizioni che si svolgeranno nel fine settimana in ricordo di Gerda.

Coppa del Mondo, Losanna

Dopo quasi due anni la Nazionale azzurra torna a disputare una tappa di Coppa del Mondo. Ieri sono arrivati a Losanna, in Svizzera, 8 azzurri dell’olimpico e 8 del compound. Domani il via alle gare con la qualifica. Sabato le finali compound e domenica.

In gara anche due atleti Trentini, Viviano Mior e Elisa Roner entrambi della società Roveretana

L’ultima presenza dell’Italia in una tappa di World Cup risale al luglio del 2019 a Berlino. Poi il Covid19 ha sconvolto i calendari internazionali e, quando mancano ormai meno di 70 giorni al via delle gare arcieristiche ai Giochi Olimpici di Tokyo, l’Italia è entrata nel vivo della preparazione. Già ieri gli azzurri sono arrivati in pullman a Losanna dove saranno in gara a partire da domani fino a domenica con un meteo che non promette nulla di buono tra temperature molto rigide e pioggia che dovrebbe imperversare per tutta la settimana. 
Quella in Svizzera è la seconda tappa di Coppa che, inizialmente, era previsto si disputasse a Shanghai ma, a causa della pandemia, la Federazione Internazionale ha “dirottato” su Losanna dove sapeva sarebbero arrivati un numero maggiore di atleti, anche in vista dell’ultima gara di Qualificazione Olimpica che si disputerà nella successiva tappa di World Cup a Parigi, dal 19 al 25 giugno. 
La prima tappa del circuito si è disputata dal 19 al 25 aprile in Guatemala, ma il gruppo azzurro ha preferito non affrontare la trasferta intercontinentale in Centro America per partecipare a due tappe dell’European Grand Prix a Porec (Cro) e ad Antalya per (Tur). Ora è tornato il momento di tornare a confrontarsi con gran parte delle nazionali che saranno presenti anche a Parigi, visto che in Svizzera sono previste 35 Nazioni per 234 arcieri in gara. Un test probante, anche se va detto che, in chiave olimpica, saranno assenti numerose squadre asiatiche. 



GLI AZZURRI IN GARA – In seguito alle trasferte internazionali, ai raduni e alle gare di valutazione ​delle scorse settimane, questi i convocati della divisione Arco Olimpico​:​​ Mauro Nespoli (CS Aeronautica Militare), Alessandro Paoli (Arcieri Iuvenilia), Marco Galiazzo (CS Aeronautica Militare), Federico Musolesi (Castenaso Archery Team), Chiara Rebagliati (Arcieri Torrevecchia), Tatiana Andreoli (Fiamme Oro), Lucilla Boari (Fiamme Oro)​ e ​Vanessa Landi (CS Aeronautica Militare). Riserve a casa​ sono​ Michele Frangilli (CS Aeronautica Militare) ed Elena Tonetta (CS Aeronautica Militare).
Per la divisione Compound scenderanno in campo​ invece​ Sergio Pagni (Arcieri Città di Pescia), Federico Pagnoni (Arcieri Montalcino), Viviano Mior (Kosmos Rovereto), Marco Bruno (Arcieri di Volpiano), Elisa Roner (Kosmos Rovereto), Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino), Irene Franchini (Fiamme Azzurre) e Paola Natale (Arcieri Cormons).
Al seguito degli azzurri ci sarà il vicepresidente e Coordinatore Tecnico della Nazionale Olimpica Sante Spigarelli, l’assistente del c.t. Giorgio Botto, i coach dell’olimpico Matteo Bisiani, Natalia Valeeva e Amedeo Tonelli, il coach del Compound, Flavio Valesella e il fisioterapista Andrea Rossi. 



IL PROGRAMMA – Ieri l’arrivo degli azzurri da Torino, oggi tutti sul campo di gara per i tiri di prova ufficiali e domani il via alle 72 frecce di ranking round che determinano il tabellone degli scontri diretti. Martedì 18 è previsto anche il primo turno eliminatorio individuale dei 48esimi di finale, mentre mercoledì 19 si va avanti con le eliminatorie individuali sia dell’olimpico che del compound maschile fino ai quarti di finale. Giovedì 20 scontri diretti individuali per il ricurvo e compound femminile fino ai quarti di finale e successivamente le sfide a squadre miste fino alle semifinali. Venerdì 21 le eliminatorie fino alle semifinali a squadre di entrambe le divisioni e successivamente le finali per il bronzo a squadre del ricurvo e del compound. Sabato 22 maggio giornata interamente dedicata ai podi compound: si inizia con le finali per l’oro a squadre, passando per le finali bronzo e oro mixed team, seguite dalle semifinali e finali individuali. Domenica 23  la manifestazione chiude con il medesimo programma dedicato all’arco olimpico: prima le finali per il primo posto a squadre femminile e maschile, poi le finali bronzo e oro a squadre miste e, infine, i match di semifinale e finale per bronzo e oro individuale. 

Giudici di Gara, il trentino promosso.

Si sono svolte le classificazioni dei giudici di gara fitarco ed il trentino dopo il corso svolto a fine anno 2020 era in attesa delle conferme dei ruolo dei suoi giudici di gara più esperti.

Le conferme non sono mancate.
Il comitato si complimenta con Stefano Turreni che nell’ultima valutazione ha ottenuto la qualifica di Giudice Nazionale e a Mariano Carlino per aver mantenuto la stessa qualifica.
Il comitato adesso può vantare un folto numero di giudici in gradi di poter garantire al meglio lo svolgimento delle manifestazioni nella provincia di Trento e di essere di supporto anche alla vicina provincia di Bolzano.

Ecco l’elenco dei giudici:

Giudice di Gara Nazionale

Mariano Carlini
Stefano Turreni

Giudice di Gara 1° Livello

Matteo Congedo
Silvia Giovanni
Fabio Guglielmon
Arianne Venturini

Campionati Italiani di Società, Un successo. (gallery)

Rovereto 16 Maggio 2021,

Si sono conclusi i campionati italiani di società 2021.
Evento ormai annunciato da due anni e fermato dalla pandemia è stato organizzato ed allestito presso l’impianto della Baldresca che la società Lagarina gestisce già da 10 anni.
Impegno e volontà sono stati i due aggettivi che hanno coinvolto la macchina organizzativa gestita nel migliore dei modi dal gruppo di volontari del presidente Giovanni Morana.
E’ stata una giornata contraddistinta al mattino da una bella giornata di sole e, successivamente, il clima è cambiato con l’arrivo delle nuvole e soprattutto del vento che, nonostante si tirasse alla distanza di 25 metri, ha reso le prestazioni delle squadre piuttosto complicate.
Nel complesso una manifestazione spettacolare quella organizzata dalla APD Kosmos Rovereto col supporto del Comitato Fitarco Trento. Le squadre si sono date battaglia e vedevano tra le loro fila anche atleti di rango internazionale ad aggiungere peso ai match che hanno visto sfidarsi i vari terzetti con le tre divisioni previste dalla competizione: arco olimpico, arco nudo e compound. 

SECONDO GIRONE ELIMINATORIO 
Il primo girone eliminatorio, dopo gli scontri diretti all’italiana, ha dato la possibilità alle prime due classificate di accedere nel secondo girone eliminatorio per giocarsi la possibilità di accedere alle semifinali, mentre alle terze e quarte classificate di continuare a sfidarsi per le posizioni di rincalzo, dal 9° posto al 16°. Negli scontri diretti della seconda fase di gara ha regnato l’equilibrio, ma alla fine sono stati premiati con l’accesso alle semifinali maschili Arcieri Iuvenilia, Compagnia Arcieri Monica, Arcieri delle Alpi e Arcieri del Piave, mentre nel femminile si sono guadagnate la fase finale Arcieri Decumanus Maximus, Arcieri Tigullio, Arcieri delle Alpi e Kappa Kosmos. 

LE SEMIFINALI 
Il regolamento prevede che le squadre che perdono la semifinale si guadagnino il bronzo parimerito. Le sfide hanno permesso di accedere alla finalissima gli Arcieri Monica, vincenti 9-6 sugli Arcieri del Piave e gli Arcieri delle Alpi che hanno superato nel derby piemontese gli Arcieri Iuvenilia 7-5.
Nei match al femminile la squadra di casa del Kosmos Rovereto ha superato il Decumanus Maximus 9-7, mentre gli Arcieri Tigullio hanno avuto la meglio sugli Arcieri delle Alpi per 10-5. 

LE FINALI
Il match conclusivo del maschile se lo è aggiudicato per la prima volta nelle 19 edizioni di questa manifestazione la Compagnia Arcieri Monica che contava sulle frecce dell’olimpionico Michele Frangilli, insieme ad Alessio Rudoni (arco nudo) e Vincenzo Rasulo (compound). Il terzetto di Gallarate è riuscito a superare 8-7 gli Arcieri delle Alpi, in gara con Marco Cellerino (arco olimpico), Alessandro Di Nardo (arco nudo) e il nazionale paralimpico Matteo Bonacina (compound).
I lombardi, avanti sul 4-2 a metà gara, sono riusciti a mantenere un punto di vantaggio dopo la terza e penultima volée (6-5) e, nell’ultima tornata di frecce, Frangilli ha vinto la sua sfida nell’olimpico, Di Nardo ha accorciato le distanze nel match dell’arco nudo (7-6) e la parità nell’ultima serie tra Rasulo e Bonacina ha dato un punto ciascuno che ha permesso agli Arcieri Monica di vincere 8-7 mantenendo il vantaggio che serviva per alzare il trofeo. 
Situazione simile nella sfida per l’oro al femminile. Anche in questo caso il match è stato deciso all’ultima serie di frecce. Il terzetto ligure degli Arcieri Tigullio schierava le azzurre Sara Noceti (arco olimpico), Cinzia Noziglia (arco nudo) ed Erica Benzini (compound), mentre le padrone di casa del Kosmos Rovereto contavano sull’olimpica Elena Tonetta e le giovani Elisa Macconi (arco nudo) e Alessia Gheser (compound). Dopo le prime tre serie di frecce il match era equilibratissimo e fermo sul 5-5: decisiva quindi l’ultima fase di gara. Tonetta e Noceti pareggiano la loro volée portando la partita sul 6-6, ma la precisione di Cinzia Noziglia ed Erica Benzini premia il Tigullio che vince i match dell’arco nudo e del compound raggiungendo l’8-6 conclusivo. 


Le parole del Presidente Daniele Montigiani, al termine della manifestazione.

Dall’inizio della pandemia il nostro sport come tantissime altre cose ha subito molti cambiamenti e purtroppo molte cose sono diverse.
La federazione ha però deciso di provarci, perché non è detto che sempre si debba usare il termine ripartenza, avvolta basta un “continuiamo”.
Rovereto, l’impianto di tiro con l’arco nel quale forse ho passato più tempo nei miei ultimi 10 anni, è stato lo scenario prescelto (già da prima della pandemia).
Nessun spettatore, no che nel nostro sport se ne vedano, ma il campionato di società spesso regala momenti di grande fanatismo e campanilismo, che rendono il tutto più colorato e stimolante. Quest’anno no.
Arcieri da tutta Italia che ci hanno creduto, che si sono prima preparati e poi affrontati. 

Ma soprattutto voi… 

Non passa momento in cui penso a quanto sia lusingato di essere il presidente di questo comitato.
Voi, che rendete tutto così semplice, bello e attrattivo.
Voi, che con il sorriso ed i guanti da lavoro sareste capaci di mettere in piedi una campo di gara che inizia a Miola di Pinè e finisce a Riva del Garda.Voi, che pur di stare insieme, lasciate a casa le vostre divise.
Voi, che basta niente per vedervi comparire sul campo di gara con la solita frase: “che c’è da fare?”
Voi, che terminato tutto tornate nelle vostre società e raccontando ai più piccoli quanto bello è questo sport, cercate di appassionare chiunque a quello che è “il più antico degli sport moderni”.
Voi, che insaziabili cercate sempre di fare meglio della volta prima.
Voi, che per ultimo invece di dire che stancata pensate già alla prossima avventura.
Chi mi conosce bene, sa quanto per me questo sport sia molto di più di una passione.
Percui perdonatemi queste parole ma avevo bisogno di ringraziarvi tutti, indistintamente per quello che avete fatto, per quello che fate e per quello che farete.

Voi, si proprio VOI, siete il vero spettacolo dopo il Big Bang.
Voi, che poi alla fine di tutto oltre ad ogni altra cosa,Avete anche la forza di scendete sui campi di gara e regalate emozioni continue…
Grazie!

Arcieri, Volontari, Società, Tecnici.

Daniele

Campionati Italiani di Società. Tutte le informazioni

XIX Campionato Italiano a Squadre di Società Rovereto, 15/16 maggio 2021

Dopo il periodo di pandemia l’evento organizzato dalla società Lagarina è ormai alle porte. Molte sono le curiosità sull’evento da sapere, la prima in assoluto è che sarà un debutto, per il trentino è infatti la prima occasione di ospitare il campionato italiano di società.

Una foto dell’impianto di Rovereto, gestito dall’APD Kosmos Rovereto


Il programma delle gare sarà il seguente:

SABATO 15

Ore 15,00 – 17,30 Accreditamento Squadre c/o il Palakosmos
Ore 15,00 – 17,30 Tiri di prova

DOMENICA 16

Ore 8,00 – 08,30 Accreditamento Squadre c/o il Palakosmos
Ore 09,00 – 9,30 Cerimonia di Apertura
Ore 10,00 – 10,15 Tiri di prova
Ore 10,30 Prima fase a gironi

A seguire Seconda fase a gironi
A seguire Finali
A seguire Premiazioni e Cerimonia di chiusura

Altra Curiosità, sulla manifestazione che deve essere un plauso al gruppo che organizza, APD Kosmos Rovereto, che con la collaborazione con Il Liceo artistico “Fortunato Depero” di Rovereto, nello specifico can la 5°A e il prezioso supporto dei Professori Manfredi, Villanova e Baroni.
Infatti il club Roveretano ha chiesto alla scuola di produrre iil “LOGO” della manifestazione.
La collaborazione nata tra la società e la scuola ha permesso, all’interno di una classe, di sviluppare il concetto di Campionato, Territorio e disciplina. I ragazzi che hanno lavorato alla realizzazione del logo hanno singolarmente presentato un idea, che poi, è stata selezionata all’interno della classe, portando all’attenzione dalla società un ventaglio di 5 possibili soluzioni.
I ragazzi del Liceo Depero si sono anche occupati di presentare il loro lavoro e spiegare le ricerche fatte, sia alla società che al presidente del comitato.
Tutte le presentazioni sono state di altissimo livello e con concetti molto interessanti e ricercati.

Successivamente è stato selezionato dalla Kosmos il logo realizzato dalla studentessa Caterina Tava.

Ecco di seguito riportato le squadre che parteciperanno al prossimo Campionato:

Maschile

A.S.D. Arcieri Del Medio Chienti
A.S.D. Arcieri Delle Alpi
C.A.M.- Compagnia Arcieri Monica A.S.D. A.S.D. Arcieri Fivizzano
A.S.D. Compagnia Arcieri di Volpiano A.S.D. Arcieri Iuvenilia
A.S.D. Arcieri Augusta Perusia
A.S.D. Arcieri Città di Terni
A.S.D. Arco Club Pontino
A.P.D. Kosmos Rovereto
S.s.d. Associazione Genovese Arcieri
A.S.D. Compagnia Arcieri del Sole
A.S.D. Arcieri Abruzzesi
A.S.D. Castenaso Archery Team
A.S.D. Arcieri del Piave
A.S.D. Arcieri Tre Torri – Cardano al Campo

Femminile

C.A.M.- Compagnia Arcieri Monica A.S.D. ASD Arcieri Tigullio
ASD Arcieri delle Alpi
A.P.D. Kosmos Rovereto
A.S.D. Arcieri del Piave
A.S.D. Arcieri Abruzzesi
Comp. Dil. Arcieri Decumanus Maximus
A.S.D. Arcieri Tre Torri – Cardano al Campo
Comp. ARc. Altopiano Pinè ASD
ASD Arc. Burarco Vimercate
A.S.D. Arcieri Del Medio Chienti
ASD Arcieri del Roccolo
ASD Ypsilon Arco Club
Polisp.Castelfranco Emilia Asd – Sez.Arcieri Del Forte A.S.D. Castenaso Archery Team (Riserva Ammessa)

Ultima Curiosità, Il trentino sarà rappresentato da ben Tre squadre, che nel passato hanno già scritto il proprio nome nei podi di questa manifestazione.
Gli Arcieri Altopiano di Pinè, con la squadra femminile, generalmente composta dal almeno due atlete azzurre come Eleonora Strobbe e Jessica Tommasi.

L’altro Club qualificato è la squadra di casa del Kosmos Rovereto che ancora una volta riesce a inserire in ranking sia il team maschile che quello femminile.

Sito internet della manifestazione —> link

Rovereto, torna la nazionale

Dopo lunga attesa dovuta alla pandemia, anche la Nazionale Giovanile Compound e qualla Olimpica tornano in raduno.

Gli azzurrini della categoria juniores e allievi della disciplina compound li vede infatti impegnati dal 22 al 25 aprile dove saranno seguiti dal nuovo Direttore Tecnico del Settore Giovanile Ilario Di Buò e dal tecnico del compound Raffaella Motta

Mentre dal 29 aprile al 2 maggio si svolge, il raduno della specialità Arco Olimpico.

I convocati per il compound:
Per la categoria Juniores maschile i convocati sono Antonio Brunello (Kosmos Rovereto), Valentino De Angeli (Arcieri di Rotaio), Giacomo Cuogo (Unione Sportiva San Marco Stigliano), Leonardo Costantino (Arcieri delle Alpi) e Fabio Randazzo (Arcieri del Roccolo). Tra le junior Andrea Nicole Moccia (Arcieri Torresin), Michelle Maria Bombarda (Arcieri Decumans Maximus) ed Elisa Roner (Kosmos Rovereto) che in questa stagione ha già gareggiato in ambito internazionale al seguito della Nazionale senior al Grand Prix di Porec, da dove è tornata con uno eccellente bronzo. 
Per la categoria Allievi i convocati sono Nicolò Cantelmo (Arcieri Irpini), Andrea Marchetti (Arcieri di Rotaio), Alessio Giannecchini (Arcieri di Rotaio) e Martina Serafini (Arco Club Tolmezzo). 

Il Gruppo dell’arco olimpico oltre che dal direttore tecnico anche dai tecnici Giovanni Falzoni, da anni parte integrante della nazionale giovanilee Guendalina Sartori, ex azzurra dell’Aeronautica Militare titolare a Rio 2016,

prevede le seguenti convocazioni:

Maschile: Simone Dezani (Arcieri delle Alpi), Francesco Poerio Piterà (Arcieri Club Lido), Mattia Ruffino Sancataldo (Città di Opera sez. arcieri), Francesco Zaghis (Compagnia Arcieri Franchi), Giovanni Menegaldo (Arcieri Ciliensi).

Femminile: Elena Branca (Arcieri del Feudo di Maida), Alice Compagno ( Arcieri Sagittario Veneto), Chiara Compagno (Arcieri Sagittario Veneto), Ginevra Landi (Compagnia Maremmana  Arcieri G. Dalle Bande Nere), Beatrice Prandini (Arcieri Bosco delle Querce), Alessandra Savio (Arcieri Tre Torri).

Durante il raduno prevede, nella giornata di  venerdì 30 aprile, ci sarà lo svolgimento di una gara (72 frecce a 60 metri+ scontri) tra i convocati. Tale gara  varrà come valutazione per la formazione delle squadre che parteciperanno alla Youth Cup di Catez, in Slovenia.

Al gruppo si unisce il supporto dello psicologo Manolo Cattari.

Campionati Italiani di Società 2021. Rovereto, 15-16 maggio

Il Consiglio Federale ha reputato necessario adeguare la formula di gara rispetto ai problemi causati dall’emergenza pandemica all’attività, individuando un formato che rispetti il più possibile la natura della manifestazione senza violazione delle regole e dei principi stabiliti dal Consiglio stesso per le competizioni di calendario.

Si riporta sinteticamente pertanto quanto approvato rispetto alla Normativa pubblicata con Circolare Federale n.50/2020:


▪ I tre arcieri della medesima squadra vengono sistemati in tre battifreccia in fila
▪ Le Finali saranno svolte con 3+3 battifreccia: 3 per una delle due squadre finaliste e 3 per l’altro.
▪ Per nessuna ragione il tecnico potrà lasciare la postazione alle spalle del singolo atleta. Per questo motivo il numero dei tecnici accreditati quindi sarà massimo 3 per squadra.
▪ Non è ammessa la Riserva sul campo. La composizione della squadra quindi sarà di 3 arcieri (uno per divisione). I componenti comunque, potranno essere variati prima dell’inizio della competizione.

Grand Prix Antalya: Tonetta al secondo appuntamento internazionale

La Nazionale Olimpica è pronta a riprendere il volo per il secondo appuntamento internazionale del 2021: dopo la prima tappa del Grand Prix disputata a Porec, in Croazia, gli azzurri partiranno oggi alla volta di Antalya, in Turchia, per prendere parte alla seconda fase del circuito europeo. La competizione si svolgerà dal 7 all’11 aprile, nella stessa location di gara che ospiterà dal 31 maggio al 6 giugno gli Europei che metteranno in palio i pass individuali continentali per Tokyo, che però non interessano l’Italia, già qualificata nell’individuale con un arciere al maschile e uno al femminile.

LA VIA PER TOKYO – Sarà comunque un appuntamento importante per gli azzurri che partono oggi con un gruppo composto da 11 atleti che si giocano la possibilità di far parte degli 8 che saranno in gara a Parigi dal 18 al 27 giugno, dove la Nazionale parteciperà con 4 atleti al maschile e 4 al femminile con l’obiettivo di qualificare le squadre per arrivare ai Giochi Olimpici al completo, con 6 effettivi. In Francia si disputerà infatti l’ultimo torneo di qualificazione: in palio 3 pass per i terzetti maschili e 3 per quelli femminili dove saranno in gara tutte le Nazionali – e sono tante – che vogliono staccare il biglietto a squadre per il Giappone.

I CONVOCATI – Insieme a Nespoli, sono stati convocati per il Grand Prix di Antalya gli altri portacolori dell’Aeronautica Militare: Marco Galiazzo, David Pasqualucci e Michele Frangilli, oltre a Federico Musolesi (Castenaso Archery Team) e Alessandro Paoli (Arcieri Iuvenilia), unico azzurro del ricurvo a salire sul podio nella prima tappa di Porec. Tra le donne saranno invece in gara Tatiana Andreoli e Lucilla Boari delle Fiamme Oro, le atlete dell’Aeronautica Militare Elena Tonetta e Vanessa Landi e Chiara Rebagliati (Arcieri Torrevecchia).Gli azzurri avranno al loro seguito come capodelegazione Giorgio Botto, i coach Matteo Bisiani, Natalia Valeeva, Amedeo Tonelli e lo psicologo Manolo Cattari.

IL PROGRAMMA DI GARA – La Nazionale Olimpica partirà oggi dall’aeroporto di Malpensa per arrivare in serata ad Antalya. Domani, martedì 6 aprile, gli arcieri potranno prendere confidenza con la linea di tiro e mercoledì 7 aprile saranno impegnati nei tiri di prova ufficiali. La gara vera e propria prenderà il via giovedì 8 aprile con le 72 frecce di ranking round che definiranno il tabellone degli scontri diretti individuali, gli unici consentiti attualmente dal regolamento che ancora non prevede quelli a squadre. Venerdì 9 si svolgeranno i primi due turni eliminatori, 48esimi e 24esimi. Sabato 10 gli scontri diretti dagli ottavi di finale fino alle semifinali e domenica 11 si chiude con le finali per il bronzo e per l’oro, con l’obiettivo di riportare in Italia indicazioni positive in vista dei prossimi impegni.

FOTO Antalya 2018 Credit @infinitearchery

Gruppi Nazionali 2021

Eleonora Strobbe in azione credit @worldarchery

Il Consiglio Federale ha provveduto a ratificare gli elenchi degli Atleti che, su proposta della struttura tecnica nazionale, possono far parte dei Gruppi Nazionali 2021 dei Settori Targa Olimpico, Targa Compound, Giovanile, Tiro di Campagna, 3D e Settore Paralimpico.

Molti atleti trentini nell’elenco.

SETTORE TARGA ARCO OLIMPICO
Elena TONETTA (Soc.12/149) (Soc.05/005)

SETTORE TARGA COMPOUND
Jesse SUT (Soc.05/005)
Viviano MIOR (Soc.05/005)
Elisa RONER (Soc.05/005)

SETTORE TARGA GIOVANILE
Antonio BRUNELLO (Soc.05/005)
Elisa RONER (Soc.05/005)

SETTORE CAMPAGNA
Eleonora STROBBE (Soc.05/008)
Jesse SUT (Soc.05/005)
Jessica TOMASI (Soc.12/149) – (Soc.05/008)
Aurora ZAMPEDRI (Soc.05/007)

SETTORE 3D
Eleonora STROBBE (Soc.05/008)
Jesse SUT (Soc.05/005)
Alfredo DONDI (Soc.05/005)
Federico PERUCCHI (Soc.05/005)


Il presidente e il consiglio augura a tutti gli atleti un caloroso in bocca al lupo per la stagione.

Theme: Overlay by Kaira info@fitarcotrento.org
Casa dello Sport-Sanba'Polis, Via della Malpensada, 84 - Trento